giovedì 1 luglio 2010

Formaggi piemontesiRobiola di Murazzano DOP

È la più antica e prelibata tra le Robiole del Piemonte. Le sue origini risalgono addirittura ai Celti: il termine "Rubeola" stava infatti ad indicare il tipico colore rossiccio assunto dalla crosta del formaggio quando la stagionatura veniva prolungata nel tempo.
 
image

Zona di produzione ivi compresa la stagionatura comprende gli interi territori amministrativi in provincia di Cuneo dei comuni di: Arguello, Belvedere Langhe, Bergolo, Bonvicino, Borgomale, Bosia, Bossolasco, Camerana, Castelletto Uzzone, Castellino Tanaro, Castino, Ceretto Langhe, Cissone, Cortemilia, Cravanzana, Feisoglio, Gorzegno, Gottasecca, Igliano, Lequio Berria, Levice, Marsaglia, Mombarcaro, Monesiglio, Murazzano, Niella Belbo, Paroldo, Perletto, Pezzolo Valle Uzzone, Prunetto, Roascio, Sale Langhe, Saliceto, San Benedetto Belbo, Serravalle Langhe, Somano, Torre Bormida, Torresina, Ciglié Roccaciglié, Albaretto Torre, Rocchetta Belbo, Benevello, Montezemolo, Sale San Giovanni, Clavesana, Bastia Mondovì, Ceva, Priero, Castelnuovo di Ceva.

Formaggio grasso a pasta fresca, prodotto con latte ovino in purezza o con latte misto ovino in misura minima del 60% con eventuali aggiunte di latte vaccino in misura massima del 40%.
Prodotto con una tecnologia caratteristica utilizzando forme cilindriche a fondo forellato.
Periodo di stagionatura da quattro a dieci giorni.

Forma: cilindrica con facce piane, leggermente orlate;
dimensioni: diametro di 10-15 centimetri circa, scalzo di 3-4 centimetri circa con variazioni in più o in meno in rapporto ai mezzi tecnici di produzione;
peso: da 300 a 400 grammi;

colore della pasta: morbida, leggermente consistente, a volte con alcune occhiature, finemente granulosa; non vengono usati né pigmenti coloranti né aromi particolari,

confezione esterna: forma priva di crosta, a volte di colore bianco latte per le forme fresche, a volte con una leggera patina di colore paglierino chiaro per le forme più stagionate,

sapore: fine, delicatamente profumato e con gradevole sapore che ricorda il latte ovino,

grasso sulla sostanza secca: minimo 50%. Il formaggio "Murazzano" prodotto al 100% con latte ovino con titolo di grasso sulla sostanza secca minimo 53%a può portare sulla confezione o su apposita etichetta la menzione di "latte di pecora".
Valori nutrizionali:

Umidità: 40/60%
Proteine: 34/42%
Grasso: 50/62%, >53% se prodotto con latte ovino al 100%
Ceneri: 4/6%
Acido lattico: 2/3%
RICETTA

Adatto ad una insalata di formaggi o meglio ancora mangiarlo solo con i Rubatà famosi grissini) di Chieri.
Miro

Nessun commento:

Posta un commento