venerdì 10 dicembre 2010

Roberto Balocco, cantautore Piemontese legato alle canssòn dla piòla

Originario di una famiglia vercellese, fin da ragazzo ha studiato assieme al fratello Piergiorgio l’evoluzione della canzone popolare piemontese: dalle prime canzoni apprese attraverso le testimonianze dirette dei nonni e degli zii fino a quelle raccolte nelle piòle (osterie) di tutta Torino.

Questo lavoro lo ha portato a collaborare con Piero Novelli, giornalista dello storico quotidiano torinese Gazzetta del popolo, assieme al quale scriverà le sue prime canzoni, da subito definite della “Piòla Neuva” (nuova).

Roberto Balocco esordisce sul palco del Teatro Gobetti di Torino nel febbraio del 1965, quando, con la collaborazione del pianista Luciano Sangiorgi e della cantante Silvana Lombardo e la produzione dell’impresario teatrale Aldo Landi, terrà i suoi primi concerti.

Roberto Balocco

Qualche numero può ben inquadrare questa importante figura del panorama culturale piemontese. Centinaia e centinaia di spettacoli teatrali, da solo o accompagnato da tantissimi artisti: oltre ai già citati Luciano Sangiorgi e Silvana Lombardo, vale la pena ricordare la Camerata Corale La Grangia; il Trio Giolo, il cabarettista Jean Porta, la Lippa Jazz Band e tanti altri.

E poi 15 Lp usciti tra il 1965 ed il 1977 (più alcuni antologie) pubblicati con la Fonit Cetra. E ancora 8 cd (dei quali il primo uscito nel dicembre del 1998) che hanno interrotto un lungo silenzio discografico durato una ventina d’anni ed usciti sotto l’etichetta della Libreria Piemontese di Torino.

Tra la fine degli anni ’60 Roberto Balocco si produce in varie tournèes anche all’estero dove riceve svariati premi a livello nazionale ed internazionale (Russia, Belgio,). Nel 1974 è a Canzonissima, come rappresentante del folk piemontese.

Chi conosce Roberto Balocco superficialmente, in generale lo cataloga come lo chansonnier del “Tango dla sòma d’aj”, di “Neto Paracchi” o di altre canzoni “leggere”

In verità con la collabrazione del fratello (regista praticamente di tutti i suoi spettacoli) il suo lavoro è andato molto più in profondità nello studio della gente e della cultura piemontese.

Questo lo si nota soprattutto nelle ultime pubblicazioni dal 2002 in avanti, quando sono usciti nell’ordine “Cheur giojos ël cel l’agiuta – Omaggio ad Ignazio Isler “ (sicuramente il poeta più importante del ‘700 piemontese) e “Le nòste canson”, 36 canzoni popolari tra il ‘600 ed il ‘700. In questi cd si è avvalso della collaborazione di numerosi musicisti della prestigiosa Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai.

 

R. Balocco e S. Endrigo in una piola a Torino 1967 - Fonte Wikipedia

 

DISCOGRAFIA

33 giri
  • 1965: Le cansson dla piòla (Fonit Cetra, LPP 35)
  • 1965: Le cansson dla piola 2 (Fonit Cetra, LPP 51)
  • 1966: Le cansson dla piola 3 (Fonit Cetra, LPP 69)
  • 1967: Le cansson dla piola 4 (Fonit Cetra, LPP 112)
  • 1968: Le cansson dla piola 5 (Fonit Cetra, LPP 126)
  • 1968: Le cansson dla piola: 5 anni di successi (Fonit Cetra, LPP 130)
  • 1969: Le cansson dla piola 6 (Fonit Cetra, LPP 141)
  • 1970: Le cansson dla piola 7 (Fonit Cetra, LPP 157)
  • 1971: Le cansson dla piola 8 (Fonit Cetra, LPP 175)
  • 1972: Na sèira an piòla (Fonit Cetra, LPP 202; con Silvana Lombardo)
  • 1975: Le nostre cansson - Raccolta di canti popolari piemontesi vol. 1° (Fonit Cetra, LPP 284)
  • 1975: Le nostre cansson - Raccolta di canti popolari piemontesi vol. 2° (Fonit Cetra, LPP 285)
  • 1975: Le nostre cansson - Raccolta di canti popolari piemontesi vol. 3° (Fonit Cetra, LPP 286)
  • 1976: La stòria a l'é bela, fa piasì contela (Fonit Cetra, LPP 321)
  • 1977: 12 anni de la canssôn dla piòla vol. 1 (Fonit Cetra, LPP 338, Live)
  • 1977: 12 anni de la canssôn dla piòla vol. 2 (Fonit Cetra, LPP 339, Live)

 

image

 

45  giri
  • 1971: L truch a j'e'/Cerea cavajer (Fonit Cetra, SPD 653)
  • 1972: Quand ch'a taparo ij cioch La mia tòla (Fonit Cetra)
CD
  • 1998: Canson e Tradission: dal 1600 a le canson dla piòla (Libreria Piemontese, LPGP0001/0002 doppio cd, Live)
  • 1999: La stòria a l'é bela... (Libreria Piemontese, LPGP003)
  • 1999: Le canson dla piòla: la veja piòla (Libreria Piemontese, LPGP004, ristampato LPAV005)
  • 2000: Le canson dla piòla: la piòla neuva 1 (Libreria Piemontese,LPAV001)
  • 2000: Le canson dla piòla: la piòla neuva 2 (Libreria Piemontese, LPAV002)
  • 2002: Cheur giojos ël cel l'agiuta Omaggio ad Ignazio Isler (Mùsica Nòsta - Libreria Piemontese, MNLP001)
  • 2007: Le nòste canson: da Ambrogio e Lièta a la Corenta(Mùsica Nòsta - Libreria Piemontese, LPAV003)
  • 2007: Le nòste canson: da L'amante confessor a Magna Gioana (Mùsica Nòsta - Libreria Piemontese, LPAV004)
Antologie
  1. Për dësmentié ij sagrin (antològich), Lp Cetra, 1974

Bibliografia fondamentale

  • Mario Forno Le canson dla piòla, Ed. Ca Dë Studi Piemontèis, 1972 (Fuori catalogo)
  • Piergiorgio e Roberto Balocco Le canson dla piòla, Ed. Hibla , 1975 (Fuori catalogo; contiene un 45 giri)
  • Piergiorgio e Roberto Balocco Le canson dla piòla, Ed. Graphot, 2006 (contiene la riedizione in cd del Lp con Luciano Sangiorgi)

 

      Mirò

 

Fonte: Wikipedia

Nessun commento:

Posta un commento