venerdì 27 maggio 2011

Raduno Carabinieri a Torino dal 24 al 26 giugno 2011

XXI Raduno nazionale Carabinieri
Torino 24 -  25 - 26 giugno 2011

Dal 24 al 26 giugno è di scena a Torino  il XXI Raduno dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Venerdì 24 giungeranno in città i Carabinieri in congedo da tutt’Italia e anche dall’estero (Europa, America, Africa, Australia).

Alle 10, verrà inaugurata una mostra di documenti e cimeli, nel Palazzo della Regione, in piazza Castello 165. Nella mattinata di sabato 25, il programma prevede la deposizione di corone d’alloro al Sacrario dei Caduti, alla Gran Madre e al monumento nazionale al Carabinieri, ai Giardini Reali. Seguirà, alla Basilica di Maria Ausiliatrice, la messa officiata dall’Arcivescovo di Torino, Monsignor Cesare Nosiglia.

imageNel pomeriggio di sabato 25, al Centro internazionale del cavallo di Druento, si terrà il “Carosello Storico” del Reggimento a cavallo dei Carabinieri.

Domenica 26 avverrà la sfilata, lungo l’asse di corso Re Umberto e, successivamente, in corso Vittorio, Porta Nuova, via Roma, piazza Castello, via Po e piazza Vittorio.

Un omaggio al Piemonte, ed a Torino in particolare, molto sentito tra gli appartenenti all’Arma, nata in piazza Carlina nel lontano 1814.


P R O G R A M M A

VENERDI’ 24 giugno 2011
Arrivo dei radunisti
16.30:  Piazza Castello - Palazzo della Regione "Piemonte", inaugurazione della mostra di cimeli dell'Arma
17.30:  Piazza San Carlo, concerto della Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma 
19.30:  Druento, Piazza 12 Martiri, deposizione corona d'alloro al Monumento ai Caduti di tutte le Guerre

SABATO 25 giugno 2011
09.00 – 12.00:   Piazza Castello, mostra di mezzi e di attrezzature della Protezione Civile ANC
09.00:  Chiesa della Gran Madre di Dio, Alzabandiera
09.05:  Chiesa della Gran Madre di Dio, deposizione di corona d’alloro al Sacrario dei Caduti
09.15:  Gran Madre di Dio - Via Po - Giardini Reali, sfilata della Fanfara della Legione Allievi CC di Roma lungo via Po sino ai Giardini Reali - Monumento al Carabiniere
10.00:  Giardini Reali, deposizione di corona d’alloro al Monumento Nazionale al Carabiniere
11.00:  Basilica di Maria SS. Ausiliatrice, Santa Messa officiata dall’Arcivescovo di Torino, Mons. Cesare NOSIGLIA
16.30:  Druento, Parco de “La Mandria”, Centro Internazionale del cavallo, esibizione di unità cinofile della Protezione Civile ANC
18.30:  Druento, Parco de “La Mandria”, Centro Internazionale del cavallo, Carosello storico del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo

DOMENICA 26 giugno 2011
08.00: Afflusso dei radunisti nell’area di ammassamento
09.30: Sfilata da Piazza Carlo Felice per  Via Roma sino a Piazza Castello - inizio Via Po 

Onori finali

INFORMAZIONI

Dal pomeriggio del 24 giugno saranno attivi alcuni “gazebo” dell’Ispettorato ANC Piemonte ubicati in Piazza Carlo Felice, Piazza CLN, Piazza Castello e Via Po, dove potranno essere assunte informazioni sulla città e sulla manifestazione.

Tel. 011.4324421
Fax 011.4324379


COME RAGGIUNGERE L’AREA DI AMMASSAMENTO:
PER CHI PROVIENE DALLE AUTOSTRADE: proseguire in direzione Torino centro lungo la Tangenziale sud fino all’uscita di Moncalieri – Corso Unità d’Italia, Corso Dogliotti, a Sx Corso Bramante, fino a Largo Orbassano, poi a Dx Corso Duca degli Abruzzi (Zona appiedamento).

FESTEGGIAMENTI  PATRONO TORINO
Il 24 giugno, Torino festeggia San Giovanni, Patrono della città. Per l'occasione, subito dopo il concerto della Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma, in Piazza Vittorio avverrà l'esibizione dello spettacolo di fuochi pirotecnici.
Spettacolo da non perdere per la particolare suggestione, svolgendosi in una cornice naturale unica, rappresentata dalle sponde del Po, dal Monte dei Cappuccini e dalla collina sovrasatante.

Vediamo anche un po’ di storia…..

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CARABINIERI

Nell’aprile 1885, il Parlamento dell’ancora giovane Regno d’Italia eliminò il divieto di associazionismo tra militari in congedo. L’anno successivo, alcuni carabinieri costituirono l’“Associazione di mutuo soccorso tra congedati e pensionati dai Carabinieri Reali”, primo sodalizio antesignano delle attuali Associazioni d’Arma.

Lo statuto originario prevedeva tra l’altro di: sussidiare i soci ammalati; interessarsi per trovare lavoro o impiego ai soci disoccupati; onorare i soci che decedevano; prendere parte a tutte le cerimonie o feste esaltanti la fede e la grandezza della Patria; mantenere relazioni di cordialità con le altre Associazioni; mantenersi estranei alle attività politiche.

L’iniziativa milanese suscitò un grande entusiasmo e negli anni successivi nacquero le Sezioni di Torino, Monza, Gallarate, Como, Varese e Legnano e poi altre ancora su tutto il territorio nazionale.

Attualmente l’Associazione è composta da 1.632 Sezioni, di cui 20 all’estero, con circa 220.000 iscritti.

Il primo conflitto mondiale cementò i vincoli di cameratismo tra i carabinieri, i quali si impegnarono nell’unificazione delle associazioni locali: il 22 novembre 1925 si svolse a Roma il primo convegno della “Associazione Carabinieri d’Italia in pensione” e, nel 1935, fu varata la costituzione dell’ “Associazione Nazionale Carabinieri in congedo”.

La partecipazione alla seconda Guerra Mondiale di tanti carabinieri richiamati rinsaldò ulteriormente gli stretti legami tra l’Arma in servizio e quella in congedo, ponendo le premesse per la trasformazione del sodalizio in un’associazione che rappresentasse ambedue le componenti.

Si giunse così al 1956, quando il Presidente della Repubblica approvò il nuovo Statuto Organico dell’ ”Associazione Nazionale Carabinieri”, dove non appare più la parola “congedo”, a significare la comunanza di intenti fra tutti i Carabinieri d’Italia.

 

     Mirò


Post in continuo aggiornamento fino al  26 giugno 2011

Nessun commento:

Posta un commento