sabato 3 settembre 2011

Carta di credito per finanziare la cultura in Piemonte

Una interessante iniziativa della Regione Piemonte per sostenere e sviluppare la cultura nella nostra regione.

Una iniziativa che permetterà a tutti i cittadini del Piemonte di sentirsi (a costo zero) sponsor delle iniziative culturali  che verranno avviate in futuro.. 

Torino, Museo del risorgimento

La Regione lancia la carta di credito per la cultura, che, senza costi aggiuntivi per l'utente, permetterà di accantonare in un fondo una percentuale della spesa destinandola al finanziamento dei beni culturali regionali. L'iniziativa ha ottenuto il via libera dalla Giunta nella riunione del 30 agosto con l'approvazione di una delibera messa a punto dall'assessore alla Cultura, Michele Coppola.


Toccherà alla finanziaria regionale Finpiemonte individuare la banca che sarà partner della Regione nel progetto. L'obiettivo é arrivare al varo del nuovo strumento entro l'anno, in modo che la Regione possa donare la nuova carta di credito a tutti i suoi dipendenti il prossimo Natale.

"In Piemonte - commenta Coppola - la cultura è un'eccellenza che merita di essere sostenuta non solo dagli enti pubblici ma anche dalle aziende e dai cittadini. In questo caso, senza costi aggiuntivi per chi usufruirà della carta, una percentuale sulle spese verrà trasferita a un fondo destinato a finanziare le istituzioni culturali, dal Teatro Regio alla Reggia di Venaria. L'idea non è solo reperire nuovi fondi, ma anche sensibilizzare il nostro territorio sulla centralità della cultura per la Regione Piemonte, prima in Italia a lanciare un progetto del genere".

"Doneremo la carta a tutti i dipendenti della Regione - conclude Coppola - e speriamo nel sostegno di imprenditori che magari vogliano regalarla ai propri dipendenti e sulla condivisione di istituzioni culturali, musei e di tutti gli appassionati della cultura".

Fonte: Regione Piemonte

 

     Mirò

Nessun commento:

Posta un commento